Indice Tesi: è il Momento di Scriverlo? Ecco un Esempio Pratico

Ciao e benvenuto in questo articolo, oggi parleremo dell’Indice Tesi, una delle “parti” di cui si compone la tesi di laurea. Se vuoi approfondire ogni sua parte, ti suggeriamo di leggere questo articolo.

Indice Tesi: Quando Scriverlo 

Bene, per prima cosa rilassati: l’indice tesi non è la tua priorità, ma va realizzato alla fine perché esso contiene principalmente i titoli, titoli dei capitoli, dei paragrafi e dei sottoparagrafi. Questi, non saranno già dall’inizio “definitivi”, ma verranno rivisti continuamente sia da te che dal tuo relatore. Oppure ci potrebbero essere delle modifiche in termini di struttura, magari perché vuoi unire due paragrafi, oppure perché vuoi spostare all’inizio un certo paragrafo, …

Quindi, tutto quello che devi fare è lasciare in bianco le pagine da dedicare all’indice.

2-3 pagine dovrebbero bastare. Inserisci nella prima il titolo “Indice”.

Dove Inserire l’Indice della Tua Tesi? 

Semplice. Va messo subito dopo la prima pagina che contiene praticamente tutto quello che è presente nel frontespizio (nome e cognome, ateneo, corso di laurea, titolo della tesi, relatore, anno accademico).

Ma attenzione. In tutti i casi in cui la tua tesi contiene:

  1. Pagina informativa (da inserire se è necessario o se si desidera aggiungere ulteriori informazioni al frontespizio)
  2. Prefazione (descrive: l’idea del tuo elaborato, come è nata, in quale contesto è stata elaborata, con l’aiuto di chi,…)
  3. Ringraziamenti (consente di ringraziare chi ha contribuito al lavoro di tesi)
  4. Abstract (è una sintesi della tua tesi, il cui obiettivo è invogliare a leggere l’elaborato)

l’Indice Tesi va messo successivamente agli elementi di cui sopra.

Come Strutturare l’Indice?

Ecco un indice pronto all’uso che puoi copiare e incollare nella tua tesi.

Indice

Introduzione

Capitolo 1 – [Titolo]

1.1 [Titolo Paragrafo]

1.1.1 [Titolo Sotto Paragrafo]

1.1.2 [Titolo Sotto Paragrafo]

1.1.3 [Titolo Sotto Paragrafo]

1.2 [Titolo Paragrafo]

1.2.1 [Titolo Sotto Paragrafo]

1.2.2 [Titolo Sotto Paragrafo]

1.2.3 [Titolo Sotto Paragrafo]

1.3 [Titolo Paragrafo]

1.3.1 [Titolo Sotto Paragrafo]

1.3.2 [Titolo Sotto Paragrafo]

1.3.3 [Titolo Sotto Paragrafo]

Capitolo 2 – [Titolo]

2.1 [Titolo Paragrafo]

2.1.1 [Titolo Sotto Paragrafo]

2.1.2 [Titolo Sotto Paragrafo]

2.1.3 [Titolo Sotto Paragrafo]

2.2 [Titolo Paragrafo]

2.2.1 [Titolo Sotto Paragrafo]

2.2.2 [Titolo Sotto Paragrafo]

2.2.3 [Titolo Sotto Paragrafo]

2.3 [Titolo Paragrafo]

2.3.1 [Titolo Sotto Paragrafo]

2.3.2 [Titolo Sotto Paragrafo]

2.3.3 [Titolo Sotto Paragrafo]

Capitolo 3 – [Titolo]

3.1 [Titolo Paragrafo]

3.1.1 [Titolo Sotto Paragrafo]

3.1.2 [Titolo Sotto Paragrafo]

3.1.3 [Titolo Sotto Paragrafo]

3.2 [Titolo Paragrafo]

3.2.1 [Titolo Sotto Paragrafo]

3.2.2 [Titolo Sotto Paragrafo]

3.2.3 [Titolo Sotto Paragrafo]

3.3 [Titolo Paragrafo]

3.3.1 [Titolo Sotto Paragrafo]

3.3.2 [Titolo Sotto Paragrafo]

3.3.3 [Titolo Sotto Paragrafo]

Conclusioni

Bibliografia

Sitografia

Puoi utilizzare la stessa formattazione (corsivo, grassetto, …) avendo cura di usare lo stesso font (es. Times New Roman) con cui ha scritto la tesi e, inoltre, ti suggeriamo di scrivere il titolo di ogni pagina, in questo caso “Indice” ad una dimensione carattere 18.

Non dimenticare, infine, di scrivere a destra di ciascun capitolo, paragrafo, sotto paragrafo il numero di pagina. 

Puoi utilizzare il seguente formato: pag. 1

Adesso non ti rimane che inserire i titoli dei tuoi capitoli, paragrafi e sottoparagrafi!

Condividi e Lasciaci un Like 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*