Come si Fa un Progetto Tesi? Scegli 4 Elementi + 1 (E Presentalo al Tuo Relatore)!

progetto tesi
Ci siamo!

 

Primo appuntamento con il tuo relatore, ti presenti e speri che in qualche modo si possa ricordare di te…

Dopo una breve chiacchierata, ecco che ti chiede di preparare un Progetto Tesi…

 

Subito nei tuoi occhi il panico, perché magari non ne hai mai sentito parlare, non sai cos’è, non sai come si fa… Ma non vuoi fare brutta figura con il tuo relatore, non vuoi chiedergli chiarimenti soprattutto al primo incontro…
Torni a casa e ancora panico!

 

Ma non devi preoccuparti! Perché il Progetto Tesi è semplicemente una sorta di traccia della tua tesi, indispensabile per iniziare a scrivere la tesi di laurea.

Perché il relatore ti chiede il Progetto Tesi?
Generalmente te lo chiede per avere una buona base su cui cominciare e per scegliere quello che più gli interessa farti sviluppare. 
Insomma, anziché darti l’argomento da sviluppare, passa la palla a te…

 

Quindi, in primis, per realizzare un progetto tesi occorre scegliere l’argomento…

Non sai come scegliere l’argomento? Trovi un bel po’ di dritte in questo articolo:

 

http://tesinsieme.it/scelta-materia-e-argomento-tesi-in-poche-mosse/

 

Torniamo a noi e cerchiamo di rispondere alla domanda che ci siamo posti nel titolo di questo articolo: come si fa un Progetto Tesi?

 

Realizzare un Progetto Tesi, significa definire almeno 4 elementi:

 

1 – Titolo 

So già a cosa stai pensando! Non sei in grado di definire il titolo, è troppo presto! Hai ragione, infatti, questo deve essere un titolo provvisorio che man mano perfezionerai da quando inizierai a definire l’indice e fino alla redazione della tesi stessa.
Quindi, non preoccuparti! Basta un titolo anche “generico” che rappresenti l’argomento della tesi.

 

Se ad esempio, l’argomento scelto è l’analisi per indici, va benissimo una bozza di titolo come questa: “Il bilancio d’esercizio e l’analisi per indici”.

 

Ancora indeciso sull’argomento di tesi? Scoprine 27 qui!

 

2 – Obiettivi

Un buon progetto di tesi che sarà sicuramente apprezzato dal tuo relatore deve contenere gli obiettivi della tesi, ovvero i risultati che si vogliono raggiungere con la tesi stessa.

 

Se ad esempio, la tua tesi ha ad oggetto l’analisi per indici, l’obiettivo della tesi potrebbe essere analizzare gli utilizzi da parte delle imprese e i benefici che ottengono da un’analisi di questo tipo.

 

27 Progetti di Tesi pronti? Esistono e li trovi qui!

 

3 – Descrizione

Il Progetto Tesi prevede anche una breve presentazione della tesi stessa, una sorta di introduzione.

 

Quindi, tornando all’esempio della tesi sull’analisi per indici, la descrizione potrebbe contenere cenni su che cos’è, quali sono gli indici principali, perché viene fatta…

 

Il tempo stringe e hai bisogno di presentare un progetto tesi? Clicca Qui!

 

4 – Indice

Un progetto tesi deve prevedere anche un indice provvisorio. Non preoccuparti, non è difficile farlo… Si tratta di una semplice suddivisione in capitoli… Devi partire dall’argomento scelto per la tesi e “scremarlo” in sotto argomenti che rappresentano proprio i capitoli.

 

Vediamo un esempio di indice provvisorio prendendo in considerazione la tesi sull’analisi per indici:

 

Introduzione

 

Capitolo 1 – Il bilancio d’esercizio
Capitolo 2 – L’analisi per indici
Capitolo 3 – L’analisi per indici dell’azienda [Nome azienda]

 

Conclusioni

 

Se hai tempo, puoi inserire anche i paragrafi. È sicuramente lavoro in meno!

 

Un file Word pronto all’uso per scrivere la tesi? Scopri come averlo. Clicca qui!

 

Un Progetto Tesi evoluto prevede anche le fonti…

Sveliamo il “+1 elemento” che è rappresentato proprio dalle fonti.
Un progetto tesi completo prevede anche le fonti, ovvero i libri, gli articoli, i siti web da cui prenderemo spunto per scrivere la tesi.

 

Inserire le fonti nel progetto tesi, da un lato migliora la reputazione che ha di te il tuo relatore, dall’altro ti “accorcia” il lavoro successivo che dovrai andare a fare… Infatti, una volta che hai selezionato le fonti, il passo successivo sarà proprio iniziare a scrivere la tesi…

 

Le fonti vanno scritte proprio come saranno inserite all’interno della bibliografia.

 

Se non sai come scrivere la bibliografia, trovi un’utile spiegazione qui!

 

Attenzione! Non fare il progetto tesi solo perché devi presentarlo al relatore!

Il Progetto Tesi, se fatto bene, può esserti davvero utile. Ecco perché il consiglio è quello di non farlo semplicemente perché è il relatore a chiedertelo, in quanto esso rappresenta una buona base del lavoro di tesi…

 

Considera il progetto tesi come una sorta di traccia… E pensa che dopo aver scelto l’argomento della tesi e dunque il titolo, gli argomenti da trattare, ovvero i capitoli, dopo aver scritto una bozza di introduzione e dopo aver trovato le fonti, sei proprio pronto a metterti davanti al tuo foglio Word per scrivere la tesi…

 

Come presentare il progetto tesi?

Puoi semplicemente presentarlo in un foglio Word, stampato se ti recherai dal relatore, digitale se naturalmente glielo invii tramite email (in questo caso convertilo in PDF), sulla base di questo semplice modello:

 

1 – TITOLO

 

2 – OBIETTIVI

 

3 – DESCRIZIONE

 

4 – INDICE

 

5 – FONTI

 

Insomma, ti basta compilare questo schema inserendo ciascun elemento dove indicato.

 

Se non hai tempo per preparare un Progetto Tesi…

27 idee di tesi

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*